TRIBUTE BAND JOVANOTTI -PENSIERI POSITIVI

pensieripositivi

Una band che merita essere ascoltata, indipendentemente se si è fan o no di Jovanotti. Musicisti professionisti che suonano egregiamente live ed il cantante altrettanto bravo di professione dj che sa coinvolgere e caricare il pubblico.

Il suono che usciva dalle casse era di buonissimo livello.

Ricordo che quella sera la piazza era piena, mentre in quella vicino dove c’era un dj che “metteva” musica ed una scuola di ballo…..zumba, latino e vari balli di gruppo, lasciatemi dire “semideserta”.

Questo vuol dire che la musica dal vivo è ancora viva, ed i gruppi che la sanno suonare coinvolgendo il pubblico vengono molto apprezzati.

Serata sicuramente da ricordare. Bravi!

Annunci

Capitani Coraggiosi, cover band di Baglioni/Morandi

Caporali Coraggiosicaporali coraggiosi

Cover Band, ovvero gruppo musicale, che esegue i brani di Claudio Baglioni e Gianni Morandi con riferimento all’evento televisivo “capitani coraggiosi”.

Il gruppo è composto da 4 musicisti (batteria, basso, chitarra, tastiere) e 2 cantanti.

Primo apprezzamento positivo è che le canzoni vengono suonate dal vivo (a parte qualche piccolo aiuto registrato). Musicisti nell’insieme molto bravi, anche se qualche distinguo va fatto per il bassista, se non sbaglio lo stesso che suona nella cover band di Renato Zero (pianeta zero), e il batterista ottimi professionisti.
Il chitarrista bravo anche lui. Peccato che la chitarra “uscisse” poco.
Il tastierista secondo me non a livello degli altri, ma comunque sufficiente.

Buono il sound in generale, ma la prevalenza di basso e batteria, soffocava il resto dell’organico.

La somiglianza dei 2 cantanti alle voci di Morandi e Baglioni era lontanta, malgrado questo, il pubblico ha molto apprezzato l’ascolto dei brani famosi.

 

Fate quello che vi pare, tanto non funziona niente di “Manuel Agnelli”

Di seguito parte dell’intervista a Manuel Agnelli front man degli Afterhours

A proposito della musica Italiana

Com’è che funziona?
Qui o sei un tamarro o sei intellettuale, non c’è una via di mezzo. Da noi i Rolling Stones non sarebbero mai nati. Loro sono molto ricercati musicalmente ma allo stesso tempo dei completi debosciati. Per fare il rock’n’roll a certi livelli bisogna essere un po’ ignoranti. In questo periodo di crisi per il nostro Paese, poi, dovremmo tornare ad avere più libertà. Il mood ideale sarebbe: “Possiamo fare quello che vogliamo, tanto non funziona niente”. Invece la musica italiana finto “indie” che gira adesso è praticamente il peggior Venditti. Anzi, è il peggior Venditti fatto male perché lo fa gente che non sa cantare e non sa suonare

L’intera intervista la potrete trovare qui

C’è musica e musica. — boudoir77

C’è musica e musica. Non fraintendetemi, non discuto il genio (più o meno) creativo di chi l’ha concepita. Discuto l’esecuzione, non me ne vogliate; non è un assunto universale, è solo un’opinione e, forse, pure bislacca. Le note son le stesse, la musica no… cambia la pelle di chi la suona. Non fate quelle facce, […]

via C’è musica e musica. — boudoir77

Si respira l’estate

Si respira l’estate… Nelle note ben suonate di un complessino che si esibisce nella piazzetta dietro casa, davanti ad una platea spenta di poche anime stanche, distratte, disinteressate. E viene voglia di ballare. Perché Lucio Dalla, De Andrè, Battisti e tutta l’allegra brigata di quegli anni in cui l’Italia sognava ancora, lo sapevano bene il […]

via Si respira l’estate — Crazy Alice in Wonderland

Musicista o figurante?

Qualche anno fa ho lasciato il palco dove ho suonato con orchestre e piano-bar per più di 30 anni ed ora trovo persone su qugli stessi palchi, che con il suonare non hanno nulla a che fare.

Cosa è successo?

La prima cosa che mi viene in mente è che la tecnologia nel settore musicale (computer e simili) con cui si possono gestire le basi musicali, ha fatto in modo che chiunque possa mettere in piedi un’orchestra. Non importa se le persone che ne fanno parte siano o no in grado di suonare uno strumento….tanto devono solo fare finta.

Questo fenomeno dei musicisti per finta, ossia i figuranti si riscontra nella quasi totalità delle cd orchestre di musica da ballo, eccetto chiaramente eccezioni con le quali mi scuso e al contempo applaudo.

C’è anche da rilevare che al pubblico, cioè ai ballerini, questa cosa che l’orchestra NON SUONA ma usa basi musicali preconfezionate da altri, non importa nulla, anzi sono talmente “abituati” a ballare sulle basi (vedi scuole di ballo) che probabilmente si troverebbero a disagio con un’orchestra che suona live.

Il fenomeno di “far finta” (figurante) si sta estendendo anche ai cantanti, che muovono la bocca mimando le canzoni.

La considerazione è che queste orchestre fanno comodo ai proprietari dei locali perché hanno una buona scusa per pagarle meno. Diciamo che fa comodo anche a molti FIGURANTI che probabilmente sul palco non sarebbero potuti salire neanche per pulirli. (si intende che è una provocazione)

La scusa più idiota che ho sentito rispondermi quando ho chiesto perché usassero le basi e non la musica live, è “sai non abbiamo tempo per le prove” oppure “cantare per 3 o 4 ore, una volta alla settimana non è possibile”
Cosa può rispondere un musicista che ha suonato e cantato tutti i giorni della settimana fino alle 5 di mattina?

Ho incontrato persone fuori dai locali che dicevano, “Brava questa orchestra……anche il fisarmonicista suona da dio”. IGNORANTI! Ma come si fa a dire bravo, a qualcuno che non suona ma fa finta?

Voglio ricordare ai “FIGURANTI” che quando i proprietari si renderanno conto che il pubblico riempirà i locali anche solo utilizzando qualcuno che mette le basi, quindi a costo ZERO, farà a meno di loro.